materassi ferrara manifattura falomo
 materassi ferrara manifattura falomo
cuscini guanciali ferrara manifattura falomo
 materassi ferrara
 materassi ferrara
 materassi ferrara manifattura falomo
 materassi ferrara tappetino chiodato mysa
coprirete coprimaterasso cuscini guanciali ferrara
 coprimaterasso antiacaro ferrara
 coprimaterasso ferrara
 materassi ferrara

Progetto Ergonomia

Con questo post desidero inaugurare una serie di articoli dedicati a vari aspetti da tenere i considerazione quando ci si accinge alla scelta di un piano letto di qualità al quale affidare il nostro riposo.

 

Oggi analizzeremo un particolare al quale si presta spesso troppa poca attenzione al momento dell'acquisto di un nuovo materasso: questo particolare sono le maniglie.

Ruotare ed invertire lato ad un materasso è fondamentale per distribuire al meglio l'usura su tutta la superficie e riuscire, in questo modo, a farlo rimanere performante il più a lungo possibile.

Le maniglie ci vengono incontro nell'eseguire questa operazione e ci aiutano ad eseguirla con minor fatica. In caso di materassi dal peso importante, in particolar modo se matrimoniali, questo accorgimento può non essere sufficiente. Da questa esigenza nasce il "Progetto Ergonomia".

Perché andare a cercare il massimo del comfort ed un sostegno corretto quando siamo distesi per poi spezzarci la schiena quando viene il momento di spostare il materasso? E' un controsenso, no?

"Progetto Ergonomia" consiste in una fascia di maniglie che gira interamente attorno al perimetro del materasso che permette di afferrarlo comodamente in ogni suo punto mantenendo sempre la postura più corretta e minimizzando lo sforzo. Perché la qualità di un materasso è data, oltre che dai materiali utilizzati e dagli studi effettuati i fase di progettazione, anche da questi piccoli ma importanti accorgimenti.

 

Tirando le somme: se la scelta per il vostro riposo dovesse ricadere su di un materasso dal peso sostenuto, il "Progetto Ergonomia" potrebbe aiutarvi a svolgere più agevolmente le operazioni necessarie alla sua corretta manutenzione.

 

Scrivi commento

Commenti: 0